La pro­vin­cia di Trento da un paio di anni è mal­con­tenta del suo destino viti­vi­ni­colo. In con­fronto al Sud­ti­rolo la super­fice vitata è la doppia, la vini­fi­ca­zione e com­mer­cia­liz­za­zione è affi­data però alla quasi tota­lità a poche grandi coope­ra­tive. Queste hanno pagato molto bene l’uva con­fe­rita, gra­zie alla loro per­for­mance nella grande dis­tri­bu­zione, gli abbondanti aiuti dall’amministrazione pubblica ed atti­vità […]